HOME|INFO|CARRELLO|CONTATTI|CERCA
 
 
Avrò cura di te  
 
 Librinet
 
Gioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un'anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l'ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfet ...
 
Leggi recensione
 
 
 
  Attualita’

  Filosofia

  Giuridica

  Informatica

  Letteratura

  Ragazzi

  Religione

  Saggi

  Storia

  Varia
   
 
 
Titolo
Autore
Parole Chiave
 
 
 
 
 
 
 
La voce addolorata. Saggio sulla tragedia greca
  diNicole Loraux
 
Casa Editrice   Einaudi  

EAN   8806154656

Sezione   Teatro

Prezzo   € 17.6
 

Che la tragedia greca sia politica è un'affermazione che trova tutti d'accordo. Essa definisce ciò che la Città intende dire su se stessa. Ma se, al di là dello "scambio drammatico", si presta ascolto alla voce che si innalza da essa - la voce del canto luttuoso e dell'oratorio -, la tragedia si rivela sotto una luce completamente diversa: la luce dell'"antipolitica". Al contrario di quanto accadeva nell'Assemblea, che aveva il compito di raccogliere e unire i cittadini, il teatro ricorda instancabilmente che l'essenza del "politico" è conflittuale; che, al di sotto delle divisioni di cui la città celebra la rimozione, permane il conflitto dei valori, la differenza dei comportamenti: come testimoniano le donne le quali, non-cittadine, portano il lutto dei morti che la città vuole dimenticare. Ed ecco che la tragedia risulterà allora il "legame che divide", ciò che, attraverso i secoli, ci rammenta come più del consenso sia il conflitto a produrre l'unità.  


  
 
 
 
Credits|Utenti connessi: 37