HOME|INFO|CARRELLO|CONTATTI|CERCA
 
 
Avrò cura di te  
 
 Librinet
 
Gioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un'anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l'ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfet ...
 
Leggi recensione
 
 
 
  Attualita’

  Filosofia

  Giuridica

  Informatica

  Letteratura

  Ragazzi

  Religione

  Saggi

  Storia

  Varia
   
 
 
Titolo
Autore
Parole Chiave
 
 
 
 
 
 
 
Ho dovuto uccidere | 1ª ed.
  diNima Zamar
 
Casa Editrice   Sperling & Kupfer  

EAN   8820036371

Sezione   Storie vere

Prezzo   € 17.00
 

Per la prima volta un'agente del Mossad - una donna - rivela cosa significa essere una spia infiltrata nelle file nemiche. Nima, questo il nome in codice della giovane che si racconta in questa sconvolgente testimonianza, è una trentenne ebrea di nazionalità francese che, dopo la morte della madre, decide di imprimere una svolta decisiva alla sua esistenza, una svolta terribile senza ritorno. Parte per Israele, la sua 'vera' terra, e viene reclutata dai servizi segreti. Dopo un addestramento durissimo, durante il quale i capi le insegnano ad annullare se stessa e il suo corpo e a diventare un soldato cinico, spietato, capace di uccidere a sangue freddo chiunque e in qualsiasi circostanza, Nima lavora per dieci anni nei Paesi 'caldi' del Medioriente. Viene arrestata, torturata, ricattata più volte, vive perennemente braccata, infiltrata tra i terroristi arabi che deve smascherare, annientare e di cui vuole prevenire le mosse. Impara a guardare con indifferenza quei nemici senza volto e senza storia, spesso ragazzi come lei, più giovani di lei; a non avere paura di niente, a essere disposta a tutto. Nima a poco a poco diventa un robot abilmente programmato per uccidere, insensibile al dolore, indifferente al rimorso. Fino a quando qualcosa si rompe dentro di lei e la spinge a ribellarsi a quella logica assurda e senza speranza, e a dichiarare al mondo la sua verità. Un'avventura umana indimenticabile in cui la realtà supera la fantasia e insieme un potente grido d'accusa contro l'assurdità - e la crudeltà - di una guerra mai dichiarata che sembra non avere mai fine.  


  
 
 
 
Credits|Utenti connessi: 5