HOME|INFO|CARRELLO|CONTATTI|CERCA
 
 
Avrò cura di te  
 
 Librinet
 
Gioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un'anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l'ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfet ...
 
Leggi recensione
 
 
 
  Attualita’

  Filosofia

  Giuridica

  Informatica

  Letteratura

  Ragazzi

  Religione

  Saggi

  Storia

  Varia
   
 
 
Titolo
Autore
Parole Chiave
 
 
 
 
 
 
 
I Pitard | 1ª ed.
  diGeorges Simenon
 
Casa Editrice   Adelphi  

EAN   8845915719

Sezione   Narrativa

Prezzo   € 7.5
 

"Fulmini del Cielo!". L'ha avuta finalmente la sua nave, il capitano Lannec, dopo anni passati a comandare quelle degli altri armatori! E nonostante le proteste della suocera e le lacrime della moglie l'ha chiamata proprio così, "Fulmine del Cielo", a evocare la sua imprecazione preferita. Ma dei soldi della suocera - i soldi dei Pitard, con quella loro spocchia di piccoli borghesi normanni arricchiti -, della sua malleveria, ha pur avuto bisogno per poterla comprare. Ed è per questo che sua moglie Mathilde ha preteso di fare il primo viaggio insieme a lui: anche se tutto le sembra sporco, anche se soffre il mal di mare, anche se perfino a bordo non le riesce di abbandonare le sue maniere affettate: una vera Pitard! E un po' alla volta Lannec comincia a sentirsi inquieto, a non godersi più i rituali delle traversate - il caffè bollente dopo la siesta pomeridiana, le ore di guardia passate sul ponte a fumare la pipa, finanche le burrasche di pioggia e di vento sulla Manica. Tanto più che subito prima di salpare ha ricevuto un biglietto, anonimo e minaccioso: "Non fare troppo il furbo, Lannec. Il 'Fulmine dal Cielo' non arriverà mai in porto. E tanti saluti a tua moglie. Firmato: uno che sa molte cose". Lui non è superstizioso, e cerca di convincersi che è solo uno scherzo di pessimo gusto, eppure... Eppure tutto va storto, fin dall'inizio. E la situazione non migliora certo quando Mathilde gli comunica, a muso duro, di averlo tradito, e si chiude in cabina per non uscirne più. A poco a poco, come per una inappellabile sentenza del tribunale che gli antichi chiamavano Fato, quello che doveva essere il primo, trionfale viaggio del 'Fulmine del Cielo' si trasforma in un incubo. 


  
 
 
 
Credits|Utenti connessi: 81