HOME|INFO|CARRELLO|CONTATTI|CERCA
 
 
Avr˛ cura di te  
 
 Librinet
 
Gioconda detta Gi˛ ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un'anima inquieta per vocazione o forse per necessitÓ e un unico, grande amore: Leonardo. Che per˛ l'ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfet ...
 
Leggi recensione
 
 
 
  Attualita’

  Filosofia

  Giuridica

  Informatica

  Letteratura

  Ragazzi

  Religione

  Saggi

  Storia

  Varia
   
 
 
Titolo
Autore
Parole Chiave
 
 
 
 
 
 
 
I quindicimila passi. Un resoconto | 1¬ ed.
  diVitaliano Trevisan
 
Casa Editrice   Einaudi  

EAN   8806161997

Sezione   Stile Libero

Prezzo   Ç 8.5
 

La storia di una mente assediata, di una liberazione e di una fuga, tutto nell'arco di un lunghissimo tragitto a piedi. L'incubo di una vita spezzata, in una delle pi˙ inquietanti ghost stories della letteratura italiana contemporanea. Thomas conta i passi. Da casa alla questura, millecinquantatre passi. Da casa al tabaccaio, settecentonovantuno, da casa allo studio del notaio Strazzabosco a Vicenza, quindicimila passi. Conta con una precisione metodica, senza mai lasciarsi distrarre, perche il vuoto che si porta dentro va riempito di incombenze continue, contare camminare calcolare. Gesti esatti, netti, in un tentativo ossessivo di guarigione dal tema che lo incalza della solitudine e della morte. Intorno, la follia di una strada che ai suoi occhi "Ŕ sempre una sola", cinta da quello che a lui pare assurdamente un bosco e che invece non Ŕ niente, solo veleno e discarica e cancrena urbanistica di una provincia veneta ridotta a una scheletrita waste land industriale. Alle sue spalle, Thomas non si lascia indietro anima viva, scomparsa ormai la sorella, scomparso il suo assassino giÓ lontano, partito per chissÓ dove, źevaso╗. dalla sua casa, da un delirio amoroso ossessionante, dai genitori da sempre assenti, da un fratello che gli Ŕ apparso fin da subito straniero perche troppo lucido, troppo responsabile. Ma niente Ŕ come sembra: lungo la strada il protagonista avverte i segni di una tara psichica che lo assedia e lo confonde, le schegge di un orrore che lo investe in pieno. E sente la sua realtÓ cedere mentre i passi lo conducono diritto nel cuore della veritÓ pi˙ atroce 


  
 
 
 
Credits|Utenti connessi: 85