HOME|INFO|CARRELLO|CONTATTI|CERCA
 
 
Avrò cura di te  
 
 Librinet
 
Gioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un'anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l'ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfet ...
 
Leggi recensione
 
 
 
  Attualita’

  Filosofia

  Giuridica

  Informatica

  Letteratura

  Ragazzi

  Religione

  Saggi

  Storia

  Varia
   
 
 
Titolo
Autore
Parole Chiave
 
 
 
 
 
 
 
Lupo mannaro | 1ª ed.
  diCarlo Lucarelli
 
Casa Editrice   Einaudi  

EAN   8806157965

Sezione   Romanzi

Prezzo   € 8.00
 

Prima dell'Iguana e del Pitbull, c'è il Lupo mannaro. Un serial killer sulla Via Emilia che di notte sbrana a morsi giovani prostitute sieropositive, di giorno fa l'imprenditore e il politico di successo, difensore della famiglia e dell'ordine. Asciutto, perverso e febbricitante, torna il romanzo che precede "Almost Blue" e "Un giorno dopo l'altro". L'ingegner Velasco è un killer del tutto privo di sensi di colpa, e dunque imprendibile. A contrastarlo c'è il commissario Romeo: un perdente, non molto affidabile. Velasco è un impeccabile padre di famiglia, dedito al bene dell'Azienda: Romeo è minato da una malattia rarissima, o forse è 'solo' follemente nevrotico, con un matrimonio a pezzi e un passato di sinistra poco presentabile. Sicuro dell'impunità, al commissario che lo insegue senza poterlo fermare Velasco dichiara che sì, certo che uccide le sue vittime a morsi, anzi: "La domanda non è perché, ma perché no". Nell'Italia ricca e malata dei primi anni Novanta, il rapporto tra i due è l'anima di un noir dove tutto è capovolto, allucinato, mutante, dove nessuna verità sembra reggere e gli estremi si toccano. Per fortuna accanto a Romeo c'è Grazia, qui al suo debutto ufficiale: la ragazza con la pistola di "Almost Blue" e "Un giorno dopo l'altro". E il Lupo mannaro, primo serial killer 'animale' di Lucarelli, diventa l'icona maledetta di un'Italia malata e criminale nell'anima.  


  
 
 
 
Credits|Utenti connessi: 74