HOME|INFO|CARRELLO|CONTATTI|CERCA
 
 
Avrò cura di te  
 
 Librinet
 
Gioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un'anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l'ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfet ...
 
Leggi recensione
 
 
 
  Attualita’

  Filosofia

  Giuridica

  Informatica

  Letteratura

  Ragazzi

  Religione

  Saggi

  Storia

  Varia
   
 
 
Titolo
Autore
Parole Chiave
 
 
 
 
 
 
 
Banditi | 1ª ed.
  diPietro Chiodi
 
Casa Editrice   Einaudi  

EAN   8806163221

Sezione   Romanzi

Prezzo   € 7.5
 

Pietro Chiodi, filosofo conosciuto per i suoi studi su Kant, Heidegger e Sartre, compare con il nome di Monti fra i personaggi del "Partigiano Johnny" di Fenoglio, di cui fu professore al liceo di Alba. Benché giovanissimo, Chiodi era fra quei maestri di vita civile che convinsero i migliori di una generazione a salire in collina e a opporsi con le armi al nazifascismo. Chiodi visse con loro quell'esperienza di lotta, come racconta in questa sorta di diario steso "a caldo" nei mesi immediatamente successivi alla fine del conflitto, con un intento di salvaguardia della memoria e di preservazione della verità storica. "Banditi" non è un romanzo né una storia romanzata, ma un documento storico di asciutta semplicità, che narra azioni e fatti concreti senza concessioni all'enfasi o al sentimentalismo. Come Fenoglio anche Chiodi testimonia una Resistenza priva di ogni retorica, dove, insieme ai risvolti umani e alle tensioni ideali, c'è spazio anche per l'umorismo e il tragicomico della guerra. E proprio per questo "Banditi" supera il valore cronachistico e diventa - come scrisse Franco Fortini nel 1994 - "un capolavoro, che vorrei tutti leggessero".  


  
 
 
 
Credits|Utenti connessi: 29