HOME|INFO|CARRELLO|CONTATTI|CERCA
 
 
Avr˛ cura di te  
 
 Librinet
 
Gioconda detta Gi˛ ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un'anima inquieta per vocazione o forse per necessitÓ e un unico, grande amore: Leonardo. Che per˛ l'ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfet ...
 
Leggi recensione
 
 
 
  Attualita’

  Filosofia

  Giuridica

  Informatica

  Letteratura

  Ragazzi

  Religione

  Saggi

  Storia

  Varia
   
 
 
Titolo
Autore
Parole Chiave
 
 
 
 
 
 
 
Notti delle mille e una notte | 1¬ ed
  diNagib Mahfuz
 
Casa Editrice   Feltrinelli  

EAN   8807815265

Sezione   Romanzi

Prezzo   Ç 7.00
 

Dopo mille e una veglia di racconti, fiabe, storie, ShahrazÓd si Ŕ salvata la vita: il sultano ShahriyÓr non ha ordinato che le sia tagliata la testa, come aveva fatto con tutte le sue amanti. Al contrario, ha deciso di prenderla in moglie. Il regno esulta: forse la straordinaria abilitÓ di narratrice di ShahrazÓd ha intenerito l'animo del tiranno. Forse d'ora in poi i sudditi verranno governati secondo giustizia, senza doversi affidare ai perversi capricci del sovrano. L'unica a non essere cosý ottimista Ŕ proprio l'artefice di questo apparente mutamento: ShahrazÓd non Ŕ affatto convinta che le sue lezioni notturne di pietÓ e saggezza abbiano convertito ShahriyÓr. Il romanzo di Mahfuz inizia esattamente dove terminano "Le mille e una notte", ed Ŕ anche una trascinante meditazione in forma narrativa sul testo letterario fondante della cultura araba: quanto Ŕ cambiato veramente il sultano ShahriyÓr dopo aver ascoltato notte dopo notte, per quasi tre anni, la pi¨ formidabile delle narratrici? Quanto influiscono i racconti sul potere? SarÓ l'amministrazione del regno, in realtÓ, a svelare al sultano la vera natura dell'abuso e della legge. Una lunga serie di incontri, colloqui, avventure lo metterÓ di fronte alle crudezze e alle seduzioni dell'esistenza, facendogli conoscere dal vero gli stessi personaggi che aveva potuto solamente immaginare dalle parole di ShahrazÓd. 


  
 
 
 
Credits|Utenti connessi: 73