HOME|INFO|CARRELLO|CONTATTI|CERCA
 
 
Avrò cura di te  
 
 Librinet
 
Gioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un'anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l'ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfet ...
 
Leggi recensione
 
 
 
  Attualita’

  Filosofia

  Giuridica

  Informatica

  Letteratura

  Ragazzi

  Religione

  Saggi

  Storia

  Varia
   
 
 
Titolo
Autore
Parole Chiave
 
 
 
 
 
 
 
Leggere. Perchè i libri ci rendono migliori, più allegri e più liberi | 1ª ed.
  diCorrado Augias
 
Casa Editrice   Mondadori  

EAN   9788804573241

Sezione   Saggi

Prezzo   € 12.00
 

Perché si legge e come si impara a farlo? Come nasce la passione per la lettura? Quali misteriose regole segue la nostra fantasia quando immaginiamo un personaggio o ci figuriamo un luogo? Perché leggere fa bene, ma può talvolta far male? E perché non riusciremo mai a sostituire il piacere che dà la lettura di un libro stampato con le altre possibili forme di lettura 'elettronica'? In queste densissime e scorrevolissime pagine, Corrado Augias si chiede che cosa significhi 'leggere', e lo fa attraverso una sorta di racconto autobiografico: dalle prime emozioni che, giovane studente liceale, suscitarono in lui i grandi classici ("I Sepolcri" di Foscolo, "Guerra e pace" di Tolstoj, "I miserabili" di Hugo) ma anche alcuni libri 'proibiti' (come "L'amante di Lady Chatterley"), alla scoperta di Edgar Wallace, Arthur Conan Doyle, Raymond Chandler e del genere poliziesco, fino all'amore più maturo per i romanzi di Joseph Roth e Robert Musil. E poi, ancora, la letteratura francese da Maupassant a Flaubert, quella erotica, da Anafs Nin a Vivant Denon, da Werfel a Kuprin. E gli autori moderni, George Orwell, Ray Bradbury, Philip Roth, accanto a quelli antichi, Dante, Petrarca, Saffo... Un libro stimolante, e per molti versi sorprendente, sul piacere insostituibile della lettura, sulla sua capacità di aiutarci a conoscere noi stessi e il mondo che ci circonda, a crescere, a diventare più liberi e, perché no, più allegri.  


  
 
 
 
Credits|Utenti connessi: 12